Bologna Children’s Book Fair

L’identità visiva della più grande fiera di libri per ragazzi.

Cliente Bologna Fiere
Anno 2009–17
Attività Identità, Strategia, Allestimento

​​Bologna Children’s Book Fair è la storica manifestazione che ogni anno accoglie migliaia di espositori e visitatori da tutto il mondo. È una fiera dedicata ai professionisti che operano nel settore dell’editoria per ragazzi. Dal 2009 (ad esclusione del 2016) ne curiamo l’identità visiva, che accoglie e orienta i visitatori tra stand e centinaia di eventi.

Ogni anno cerchiamo di rendere organica e funzionale la visita alla fiera, unica e memorabile l’esperienza del brand Bologna Children’s Book Fair.

Bologna Children’s Book Fair si presenta così: “È già da diversi anni che, seguendo l’evoluzione delle stesse case editrici, BCBF ha ampliato il suo orizzonte comprendendo il mondo del digital publishing, delle app, dell’animazione, del licensing. Tante anime insieme, tutte con il denominatore comune dei contenuti per ragazzi. Una fiera che va oltre lo scambio dei copyright e che si fa sempre più laboratorio creativo e culla di innovazione.”

I visitatori di BCBF sono attenti fruitori del visivo: la sfida del progetto è sempre stata dare visibilità a tutte le anime che la compongono.

Ogni anno sviluppiamo un tema visivo diverso, che viene declinato con cura su tutti gli strumenti della comunicazione: dal sito alla mappa, dalla modulistica interna all’editoria, fino alla segnaletica e agli allestimenti. Il tema diventa segno distintivo del brand, alfabeto del sistema di scrittura per accogliere e accompagnare i visitatori dentro e fuori la manifestazione. In questo modo l’identità del brand Bologna Children’s Book Fair si rinforza e rinnova a ogni edizione.

2018. Fertile Ground for Children’s Content

Quest’anno per l'immagine della Bologna Children’s Book Fair abbiamo selezionato la giovanissima Chloé Alméras, parigina di 22 anni: cercavamo architetture di mondi, paesaggi abitati, sistemi planetari, ambienti vivi e articolabili. Siamo sprofondati dentro alle illustrazioni di Chloé, nei suoi blu e nei suoi microscopici dettagli, che ci hanno fatto intravedere un loro possibile uso per raccontare la fiera. Un mondo brulicante di dettagli e al contempo abitato da una serena intensità. Chloé è venuta a trovarci a luglio, abbiamo trascorso molte ore insieme per entrare in sintonia. In breve ci siamo trovati sommersi dai suoi disegni, pieni di minuscoli dettagli, che ci hanno suggerito l’idea di un mondo fertile dove le storie nascono, si condividono e si moltiplicano: nasce così il tema portante di questa edizione, Fertile Ground for Children’s Content. Sul sito BCBF il racconto del BCBF visual identity workshop 2018: “Dietro le quinte: piante, foglie, cappelli, viandanti, navi, stelle e tanto altro”.

​​

​​

2017. The Natural Habitat

Per la prima volta l’immagine della Bologna Children’s Book Fair è un’illustrazione, o meglio un ecosistema di illustrazioni che abbiamo chiamato The Natural Habitat for children’s content. Le illustrazioni sono 6: la chimera rappresenta la totalità della manifestazione e gli altri 5 animali raccontano l’identità delle aree tematiche della fiera. The Natural Habitat offre a editori, illustratori, agenti, giornalisti, operatori del settore un’interpretazione figurativa e memorabile della Bologna Children’s Book Fair 2017. Sul sito BCBF alcune riflessioni sul progettoThe Natural Habitat: “Dietro le quinte: singolarità dell’immagine e pluralità dei mondi visivi”.

2014 – 2015. We love difference

Per il biennio 2014 – 2015 il tema dell’identità visiva è stato la differenza come valore, che nell’headline è diventato We love difference. Per il visual, un bambino e una bambina che leggono sono diventati protagonisti della comunicazione, e le icone del marchio storico hanno preso vita: le abbiamo uilizzate per disegnare un centinaio di volti reali e fantastici, tutti legati al mondo della letteratura per l’infanzia. Li abbiamo animati utilizzandoli liberamente su tutta la comunicazione, una cascata di volti puntiformi e colorati.

​​

2013. Bologna Children’s Book Fair compie 50 anni

Nell’edizione 2013 si celebrava il cinquantesimo anniversario della fiera: la cifra “50” è diventata l’elemento portante di tutta la comunicazione visiva. Per l’occasione abbiamo disegnato il numero 50 in 50 vesti tipografiche, tutte diverse, che hanno accompagnato la comunicazione accoppiandosi e sovrapponendosi. Ordinati o sparpagliati, liberi o sovrapposti, hanno accompagnato e animato tutti gli eventi del ricco programma del cinquantesimo compleanno.

bcbf_2013

BCBF 2013 photogallery

2009 – 2012. La forma delle lettere

Nei primi quattro anni della collaborazione con Bologna Fiere abbiamo programmato un intervento sul brand Bologna Children’s Book Fair con l’obiettivo di separare il marchio istituzionale BCBF per renderlo stabile e coerente, distinguendolo dall’immagine delle manifestazioni annuali. Per raggiungere questo obiettivo sono state predisposte le linee guida del marchio nel Manuale d’identità visiva BCBF ed è stata impostata una linea identitaria della comunicazione visiva delle prime quattro edizioni della manifestazione.

Le linee guida per l’identità visiva prevedevano il design e l’utilizzo di una font dedicata per ogni edizione, una palette di colori unica per tutte le edizioni e l’esclusione di qualsiasi repertorio iconografico (foto, illustrazioni) a beneficio del design tipografico.

​​

BCBF 2009-2012 photogallery

Eventi collaterali

Weekend dei Giovani Lettori, International Bookstore, Bologna Licensing Trade Fair e tanto altro. Mostre, incontri, laboratori, conferenze, attività collaterali che ruotano intorno alla Bologna Children’s Book Fair e di cui costruiamo l’identità e la comunicazione visiva. 

WE Weekend dei giovani lettori è l’anteprima aperta al pubblico della Bologna Children’s Book Fair. “WE” al posto di “I”, noi al posto di io, vuole essere un invito alla lettura come esperienza condivisa, al libro come strumento di convivialità. 

Con il design dell’International Bookstore abbiamo risposto all’esigenza di orientare migliaia di persone tra migliaia di libri, in uno spazio enorme e con un tempo visita limitato. La soluzione è stata sospendere degli enormi segnaposto che da lontano, a colpo d’occhio, guidano la visita.

WE

bcbf14
POS_10-BCBF18-translators.png
BCBF18_making_of2.jpg
bcbf_2017chimera

La Chimera, protagonista dell’edizione 2017 The Natural Habitat, riunisce in un’unica figura le 5 anime della manifestazione. Illustrazione di Daniele Castellano.

bcbf_2013
bcbf17_ecosistema

Illustrators Exhibition, Translator Centre, Bologna Digital Media, Masterclasses e Award sono le 5 sezioni della fiera, rapprentate da altrettante creature fantastiche che danno voce e identità ai mondi immaginari che abitano la manifestazione. Illustrazioni di Daniele Castellano.

BCBF loghi 2009-2012.jpg

Le quattro font che hanno accompagnato le 4 edizioni: 2009 Scritture del mondo, 2010 Scrittura come architettura, 2011 Scrittura nel tempo, 2012 Scritture disegnate.

WE