Prima e dopo 100

Dopo aver disegnato il logo del centenario della nascita di Gianni Rodari per le Edizioni EL abbiamo messo in pagina grammatiche, favole e filastrocche.

Customer Edizioni EL
Year 2019–20
Job Publishing, Art Direction

100, prima sfida.

Il logo del centenario. Abbiamo familiarizzato con i meccanismi della fantasia e il rigore del progetto. In realtà nulla di nuovo, occupandoci di design non potevamo che trovarci a nostro agio. Il logo non doveva essere istituzionale, formale, celebrativo, ma chiaro. semplice e magari portare con sé qualche sgambetto visivo.

L’immenso portato di immaginazione e fantasia di Rodari apre scenari potenzialmente inesauribili che rischiavano di condurci in un viaggio senza fine.

Ci siamo concentrati sul bisticcio di parole, l’allitterazione, il doppio senso, messo in evidenza attraverso la tipografia e il colore. Con questo primo rilascio la casa editrice ha evidenziato le riedizioni per il centenario.

300, seconda sfida.

Cento Gianni Rodari + cento storie e filastrocche + cento Illustratori. Affrontare il design di un volume per accogliere 100 illustrazioni, 100 illustratori e 100 tra storie, filastrocche, poesie. Non un catalogo, non una raccoglitore, non un albo illustrato, non un libro di  poesia, non un saggio, non un’antologia… ma tutti i paradigmi editoriali messi insieme.

Una gabbia con le sbarre in caucciù e un carattere disponibile ad adattarsi per fare da ponte tra storie e illustrazioni.

È nato così il progetto grafico di un’edizione che accoglie 100 diverse interpretazioni illustrate di altrettante storie e filastrocche di Gianni Rodari. Non le ingabbia ma le accoglie lasciando il contenuto libero di adattarsi alla pagina in base alla sua caratteristica.

28, terza sfida.

28 perché questa è la media delle pagine su cui si dipanano le storie negli albi illustrati. Quattro illustratori (Beatrice Alemagna, Manuel Fior, Gaia Stella, Olimpia Zagnoli) interpretano quattro diverse storie di Gianni Rodari. Generalmente gli albi illustrati sono edizioni che, prevedendo un intenso rapporto testo immagine, mal sopportano l'imposizione grafica di collana, sono edizioni che “viaggiano” da sole. Ma noi volevamo mantenere acceso il filo conduttore del centenario.

All’editore interessava continuare ad accompagnare Gianni anche in questi quattro albi d’autore.

La tipografia utilizza i caratteri del centenario (Haptik) ma i caratteri del titolo in copertina hanno al loro interno il tratto, il colore e la materia dell’illustrazione. Salvaguardiamo così unicità del titolo e logica di collana.

4, quarta sfida.

4 non perché siamo giunti alla quarta sfida, ma perché 4 sono le edizioni speciali che Einaudi Ragazzi ci ha commissionato chiedendoci qualcosa di speciale, un po’ fuori dagli schemi, occasioni che accadono solo ogni cento anni. Quindi abbiamo fatto quello che non avremmo mai dovuto fare…

… due titoli contemporaneamente in copertina, nessuna concessione alle immagini, colori lucidi e splendenti, quasi scatole di cioccolatini.

In vetrina si vedono, abbagliano e riflettono e per ora nessuno ha chiesto al libraio “è arrivato Due volte il baro? Nessuno in un salotto si è pavoneggiato di aver letto la Matica della fan! In nessuna biblioteca hanno catalogato Ocche in cielo e tantomeno hanno chiesto in prestito Al telefon. Forse abbiamo sbagliato qualcosa e la fantasia non abita più qui.

Rodari_100_100
Rodari 100_2
Rodari_100_4