Attenzione. Stai usando una versione di Internet Explorer obsoleta. Per la tua sicurezza, per rendere più veloce la navigazione anche su vecchi computer e per sfruttare al massimo tutta internet, ti consigliamo di installare un browser recente, come Chrome, FireFox o Opera o di aggiornare Internet Explorer all’ultima versione

chialab / design della visione

ita / eng

Il nastro di Moebius

"Le superfici ordinarie, intese come le superfici che nella vita quotidiana siamo abituati ad osservare, hanno sempre due "lati" (o meglio, facce), per cui è sempre possibile percorrere idealmente uno dei due lati senza mai raggiungere il secondo, salvo attraversando una possibile linea di demarcazione costituita da uno spigolo (chiamata "bordo") [...]. Nel caso del nastro di Moebius, invece, tale principio viene a mancare: esiste un solo lato e un solo bordo. Dopo aver percorso un giro, ci si trova dalla parte opposta. Solo dopo averne percorsi due ci ritroviamo sul lato iniziale. Quindi per esempio si potrebbe passare da una superficie a quella "dietro" senza attraversare il nastro e senza saltare il bordo ma semplicemente camminando a lungo." (da Wikipedia).

Sei incontri per esplorare il dialogo tra scrittori e fumettisti, linguaggi diversi che interagiscono su un unico piano, senza dover attraversare confini, proprio come se si muovessero sul nastro di Moebius. 

Per Genus Bononiae abbiamo curato l'identità visiva del ciclo di incontri, dando un volto (e due occhi) a questo singolare connubio di linguaggi, riferimenti, suggestioni.

Il nastro di Moebius. Dialoghi fra scrittori e fumettisti. Biblioteca di San Giorgio in Poggiale, via Nazario Sauro 20/2, Bologna. Novembre 2012 - Febbraio 2013.

Link:

IMG_2662_copia.jpg