Attenzione. Stai usando una versione di Internet Explorer obsoleta. Per la tua sicurezza, per rendere più veloce la navigazione anche su vecchi computer e per sfruttare al massimo tutta internet, ti consigliamo di installare un browser recente, come Chrome, FireFox o Opera o di aggiornare Internet Explorer all’ultima versione

chialab / design della visione

ita / eng

Alta accessibilità al testo

Abbiamo realizzato per l'editore Loescher un progetto di collana di narrativa per ragazzi con un approccio design for all. La collana Macramè è progettata per offrire la migliore accessibilità al testo, sia per lettori forti che per lettori con difficoltà da disturbi specifici dell'apprendimento, da ipovisione o ridotta abilità dovuta all'età. La particolarità del progetto è l'approccio inclusivo che ha orientato la progettazione di tutti gli aspetti visivi della pagina. Abbiamo studiato le specificità e le singolarità delle diverse abilità, identificato i tratti condivisi e le variabili visive caratterizzanti, e infine costruito una piattaforma comune di lettura che eliminasse le barriere e gli ostacoli, senza infastidire chi dispone di competenze già acquisite.

Vedi anche:

KindLoescher_difficoltà-soluzioni.png

KindLoescher_difficoltà-soluzioni.png

Sono stati fatti interventi su tutti i singoli glifi con forme simili, anche se speculari o ruotati nello spazio, come ad esempio il gruppo di lettere p, b, d e q. Ma una lettera non si legge mai da sola, bensì in relazione a ciò che la precede e a ciò che la segue. Per questo motivo Kind dispone di forme diverse per la stessa lettera, che si sostituiscono automaticamente ogni qualvolta il riconoscimento è compromesso dall’accostamento di lettere dalle forme troppo simili.
LoescherMacrame_copertine_medie.png

LoescherMacrame_copertine_medie.png

Il progetto ha affrontato tutti gli aspetti del libro. Dalle copertine - pensate in collaborazione con Cecilia Fabbri e le illustrazioni di Alessandro Sanna, Marco Paci, Cinzia Ghigliano, Caterina Giuliani - alle pagine interne, sino al disegno del carattere progettato in collaborazione con Luciano Perondi.